{incTop} {incHeader}

La sicurezza nei cantieri edili

Per cantieri temporanei o mobili si intendono tutti quei luoghi in cui vengono svolti dei lavori edili o di ingegneria edile che riguardano la costruzione, la manutenzione, la riparazione, la demolizione, la conservazione, il risanamento, la ristrutturazione, la trasformazione e il rinnovamento di opere in muratura, in cemento, in metallo, in legno o in altri materiali. L’attività dello studio è rivolta alla conduzione organica e costante delle opere nel pieno rispetto della legge, della salute e della qualità del lavoro. Questa attività viene svolta assumendo il ruolo di coordinatore, figura chiave, che si trova nella posizione intermedia tra il committente, il progettista, le ditte e gli operai; gli impegni vengono svolti nell’ambito del titolo IV del D.Lgs 81/08 e sono: coordinatore per la sicurezza in fase di progettazione, coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione.

 

Indagine termografica all'infrarosso

Utilizzando una termocamera “TESTO 875i” SuperResolution è possibile diagnosticare rapidamente, attraverso un rilevamento non invasivo, le anomalie e i punti deboli degli edifici oltre a evidenziare le dispersioni d’energia dell’involucro edilizio. L’uso della termocamera può essere esteso anche agli impianti elettrici, fotovoltaici e al settore industriale in genere; le fotografie termiche vengono studiate mediante un apposito software che permette l’elaborazione di un dettagliato rapporto. Le principali applicazioni della termografia sono : Individuare le dispersioni di calore, l’umidità e l’assenza di tenuta d’aria in un edificio; Localizzare esattamente le infiltrazioni nei tetti piani; Ricercare tubazioni rotte sottopavimento e negli impianti di riscaldamento a pavimento; Individuare l’umidità di risalita e le infiltrazioni d’acqua derivanti da scarichi, condotte di acqua fredda e calda; Individuare i ponti termici dove si verifica la condensa dell’umidità ambientale e la conseguente muffa; Individuare le aree di intonaco o cortina isolate per prevenire il rischio del distacco; Preventivare interventi di manutenzione ai macchinari industriali individuando la presenza di anomale temperature di esercizio; Individuare nell’ambito degli impianti elettrici o elettronici i punti caldi in un circuito elettrico o di un quadro prevenendo così rotture o fusioni; Ispezionare i moduli fotovoltaici consentendo di monitorare la qualità del pannello.

 

Mediazione civile e commerciale

La mediazione civile è uno strumento innovativo di portata generale riguardante tutte le controversie civili e commerciali, ha lo scopo di far addivenire le parti a una conciliazione attraverso l'opera di un mediatore qualificato e terzo che aiuti le parti in conflitto a comporre una controversia. Il mediatore assiste le parti nella ricerca di un accordo amichevole per la composizione di una controversia e nella formulazione di una proposta per la risoluzione condivisa. Il mediatore non emette soluzioni vincolanti per le parti, ma si limita a gestire i tempi e le fasi della stessa, lasciando alle parti coinvolte il controllo sul contenuto dell'accordo finale. L’informalità della procedura di mediazione consente alle parti di sentirsi libere di partecipare agli incontri nella maniera che ritengono più opportuna consentendo al mediatore di svolgere il proprio ruolo senza alcun vincolo di procedura. Il mediatore infatti, al fine di trovare un accordo quanto più soddisfacente per le parti. L’informalità non priva delle necessarie garanzie di equo bilanciamento della posizione di tutte le parti coinvolte che, a partire dal momento introduttivo, possono esporre tutti i fatti e prendere posizione su quelli esposti dalle altre. La procedura di mediazione, è tuttavia caratterizzata dall’assenza di regole formali che in quanto tali, mortificherebbero la natura stessa del procedimento. La mediazione è anche una procedura rapida, perché deve necessariamente concludersi entro 4 mesi dall’avvio della stessa.

{incFooter}